Abbiamo già visto come i prezzi delle schede grafiche abbiano raggiunto livelli piuttosto fuori controllo, anche a causa della scarsità di pezzi e della continua richiesta per il mining di criptovalute, ma a questo si aggiungerà ben presto anche l’innalzamento dei prezzi per i wafer di silicio. Pare che i maggiori produttori di questi componenti, che sono alla base di qualsiasi elemento hardware e di elettronica in generale, abbiano deciso di aumentare i prezzi del 20% nel 2018 e di un ulteriore 20% per il 2019.

SUMCO e GlobalWafers stanno portando avanti questo programma di innalzamento dei prezzi, che potrebbe avere riflessi diretti sui prezzi finali di processori, schede grafiche, banchi RAM e memorie flash. La causa di questo innalzamento di prezzi è dovuta soprattutto alla scarsità di approvvigionamento di piattaforme da 12 pollici, gli elementi base per la costruzione di CPU, GPU e RAM.